Come sfruttare pinterest per il business

pinterest per il business

Pinterest è necessario per il social media marketing, un elemento portante delle strategie di tutte quelle aziende che vogliono avere successo al giorno d’oggi!

I social network ed il mondo di internet in generale sono entrati a far parte delle abitudini quotidiane della stragrande maggioranza della popolazione globale, ormai abituata a condividere ed interagire sulle piattaforme più disparate, da Facebook a Twitter… passando anche dal protagonista del nostro articolo: Pinterest.

Cosa fanno le aziende attraverso questi “strumenti”?
Hanno la possibilità di potenziare la propria immagine e la propria popolarità, in modo da aumentare la visibilità del marchio e dell’azienda in maniera diffusa ed immediata, trovare nuovi potenziali clienti e fidelizzare quelli attuali.
I social media sono, quindi, degli strumenti tanto semplici quanto potenti di cui le aziende possono servirsi per far crescere il proprio business.
Tra i social che hanno avuto più successo negli ultimi anni c’è anche Pinterest, il cui nome, composto dalle parole “Pin” ed “Interest”, significa letteralmente “appendere gli interessi”. Pinterest, infatti, è una sorta di enorme bacheca su cui è possibile pubblicare foto, video ed immagini inerenti un particolare tema.
Nella home del sito, inoltre, è presente una visuale generica di tutte le bacheche più attive e famose del momento tra quelle caratterizzate dalle keyword scelte dall’utente.
Ma come è possibile fare in modo che un sito simile diventi un importante strumento di marketing per la propria impresa?
Per poter utilizzare Pinterest business bisogna innanzitutto capire se questo si presta bene ai prodotti o servizi della propria azienda. Bisogna, a tal proposito, tener presente che il social, nato nel 2010, può vantare solo in Italia un numero di utenti interessante, circa 3 milioni (nel momento in cui scrivo).

Un altro dato interessante è quello che ci indica questo social network come un “social per donne”: circa l’80% dell’utenza è di sesso femminile!
C’è da aggiungere che gli argomenti che suscitano più interesse su questo giovane social network sono quelli riguardanti l’abbigliamento, calzature, cucina, arredamento e design ed è importante mettere in evidenza un aspetto fondamentale di questo social, ovvero che gli utenti lo percepiscono come una sorta di vetrina globale sulla quale trovare ispirazione.

Per questo motivo diventa importantissimo definire la propria strategia dopo aver determinato la coerenza tra il proprio business ed il potenziale target di clientela costituito dagli utenti di Pinterest. Bisogna, quindi, definire gli obiettivi che si vogliono raggiungere, e, sulla base di questi, creare dei contenuti di qualità: si vuole utilizzare Pinterest business per attrarre potenziali nuovi clienti o semplicemente per rafforzare l’immagine del brand? Ci si vuole rivolgere ad un pubblico esclusivamente italiano o si vogliono ampliare i propri orizzonti andando a coinvolgere anche utenti di altri Paesi?
In base alle risposte date a queste specifiche domande si potrà definire la modalità di gestione del proprio canale.

Ovviamente requisiti fondamentali sono costanza, assiduità ed impegno: è indispensabile, infatti, pubblicare pin con una frequenza decisamente più alta rispetto ad altri social, senza minarne la qualità, perché su Pinterest i contenuti hanno vita più lunga rispetto alle altre piattaforme social.
Se si vuole potenziare l’immagine del marchio, si potrà esclusivamente affidarsi a scatti fotografici e, di conseguenza, questi dovranno essere tali da arrivare dritto al cuore di chi li guarda, raccontando, senza parole, quella che è la filosofia aziendale.
Se, invece, si vuole generare traffico verso il proprio e-commerce, si potrà, ad esempio, adottare un atteggiamento ironico e divertente, che sappia incuriosire e spingere l’utente a volerne sapere di più.

Su Pinterest, infatti, è possibile inserire, oltre alle immagini, anche dei link che conducono alla scheda tecnica dello specifico prodotto. In aggiunta, grazie alle funzionalità “Promemoria per l’acquisto” e al tasto “Invia”, sul social è possibile rispettivamente salvare alcuni pin all’interno della bacheca “Cose da comprare” ed inviare il collegamento all’immagine di un prodotto ad uno o più amici, con un effetto passaparola immediato e più potente di quello tradizionale.
Se è vero che, come dice un vecchio luogo comune, un’immagine vale più di mille parole, allora Pinterest è a tutti gli effetti il social network più comunicativo in assoluto!

 

Inserisci un commento