Facebook per Hotel: come utilizzarlo

Facebook per hotel

Come utilizzare Facebook per promuovere il proprio Hotel nel migliore dei modi

Il turismo in Italia ha sempre regalato grandi soddisfazioni e, nonostante il periodo economico non sia dei migliori, il trend positivo non cambia.

Quello che negli anni è cambiato moltissimo è il modo di pubblicizzare il proprio Hotel.

Abbiamo più volte ribadito l’importanza delle presenza su portali verticali (booking, expedia, edreams ecc) e le recesioni su TripAdvisor.

Con l’avvento dei Social Network si sono aperte tantissime opportunità per fare marketing, nonostante questo abbia comunque reso il mercato molto più competitivo:

tantissimi Hotel sfruttano il web per pubblicizzarsi, e l’offerta ha raggiunto picchi davvero elevati.

Una vera e propria manna dal cielo per le persone che vogliono prenotare una vacanza, un’occasione e allo stesso tempo una difficoltà in più per gli albergatori, che si ritrovano a dover emergere tra una miriade di offerte.

Come fare quindi per non risultare invisibili all’utenza? Come gestire la propria pagina dedicata all’Hotel?

I primi passi

Se hai già una pagina Facebook con dei Fan salta questi 2 paragrafi 🙂

Una risposta la troviamo già in una delle domande: “come gestire la propria pagina dedicata all’Hotel”:

il primo passo da fare (se non lo avessi già fatto) è quello di creare una pagina dedicata, non un profilo personale, che è associato ad una persona e che viola le normative di Facebook (per capirci quello dove puoi cliccare Mi Piace e non richieste di amcizia).

Per farlo basterà avere un account su Facebook (se non lo possiedi puoi crearlo da qui Creazione nuovo profilo Facebook) e selezionare “crea una pagina”.

Successivamente, sceglieremo “impresa locale o luogo” ed inseriremo tutti i dati aziendali (Nome dell’azienda, indirizzo, città etc.), in modo tale da fornire tutte le informazioni che l’utente si aspetta di trovare (magari per contattarti o semplicemente per acquisire sicurezza, visto che la diffidenza online non è ancora del tutto superata).

Una volta inseriti tutti i dati aziendali, dovremo concentrarci sull’estetica della nostra pagina.

Una pagina ben curata avrà sicuramente maggiori probabilità di engagement con gli utenti (oltre a trasmettere affidabilità), quindi preoccupiamoci di inserire un’immagine primaria (la cosi detta “immagine del profilo”) ed un’ottima immagine di copertina (l’immagine di copertina è importantissima, perché occupa molto spazio visivo ed è la prima cosa che noteranno gli utenti visitatori della tua pagina: cerca di ricreare un’immagine suggestiva del tuo hotel, corredata da un bel paesaggio, se presente!).

I primi fan

Ovviamente appena si crea un pagina Facebook i “fan” sono pari a zero:

per iniziare a creare una base di utenti, è bene invitare i propri amici/famigliari, ma questa operazione deve limitarsi solo ad una fase iniziale, ora ti spiego perché.

Per una pagina è importante avere dei fan, ma è ancora più importante avere dei fan realmente interessati a ciò che questa ha da offrire, in quanto delle persone che mettono “mi piace” per sbaglio o solo per farci un favore, difficilmente interagiranno con i nostri contenuti, mentre i fan targetizzati (tramite Facebook Ads, che vedremo nel prossimo paragrafo), saranno più inclini a commentare, apprezzare e condividere i nostri contenuti. L’algoritmo di Facebook penalizza le pagine con un rapporto fan/interazioni basso:

sul social media a tinte blu ciò che conta non è la quantità ma la qualità.

Facebook Ads per il nostro Hotel

Facebook non concede molta visibilità ai nostri contenuti, da qualche anno infatti, per fare marketing sul social network di Zuckerberg, c’è solo una strada da percorrere:

Facebook Ads, che è uno strumento a pagamento.

Questo strumento ha delle potenzialità enormi, perché ci permette di targetizzare  scupolosamente ed in maniera molto precisa il nostro pubblico di riferimento (ovvero le persone che visualizzeranno i nostri contenuti), ma, attenzione, investire non significa necessariamente ottenere risultati.

Facebook Ads è solo uno strumento (con grandi potenzialità, come già detto), ma la differenza la fanno i contenuti e la campagna che riusciremo a creare (ci sono tantissime variabili da cui poter attingere: dalla posizione geografica all’età del pubblico target, agli interessi e comportamenti).

Come promuovere il nostro hotel?

Sicuramente in questo settore ciò che conta è la parte “visual”, ovvero le immagini o i video.

La soluzione migliore è quella di fotografare e mostrare le bellezze che il posto in cui vi trovate ha da offrire, alternando il tutto a immagini ben fatte del vostro hotel.

Attenzione all’immagine che date! Tutto deve essere perfetto: lavorate sulla presentazione delle camere e di tutto l’albergo in generale, senza trascurare nulla (compreso il cibo, se avete un ristorante o se fornite la colazione).

Un consiglio extra:

scattate (o fate scattare da un fotografo), foto luminose.

Spesso ci si ritrova davanti a immagini spente, cupe, che non mettono in risalto la bellezza dei luoghi o della struttura, anzi, al contrario rendono tutto spento e poco “appetibile”.

Questa era la parte relativa ai contenuti, che sono importantissimi (la sponsorizzazione lo è altrettanto, ma bisogna avere il giusto materiale da mostrare, altrimenti il lavoro potrebbe essere vano), poi c’è tutto il discorso inerente alla promozione “tecnica” attraverso lo strumento Facebook Ads.

Come già detto in precedenza i fattori sui quali lavorare sono molteplici, ed occorre competenza per settare tutto in modo da avere risultati e costi relativamente contenuti.

Per questo motivo vi riportiamo solamente la case history di un nostro cliente, senza scendere troppo in tecnicismi.

La case history

La case history riguarda l’hotel “Poggio Degli Ulivi” che si trova a Rodi Garganico, con il quale siamo riusciti ad ottenere buoni risultati.

Questo il post sponsorizzato (non avevamo ancora foto troppo professionali, ma ha funizonato lo stesso 🙂 )

Facebook per gli hotel

investendo 62,00 € sul post, quest’ultimo ha generato la bellezza di 133 condivisioni, più di 1.000 “mi piace” (questi sono numeri che non contano) e molti commenti con richieste di preventivo (quest contano un po di più).

I commenti sono decisamente la parte più interessante ai fini del business concreto ed immediato, perché la maggior parte di essi sono richieste di informazioni per prenotare una o più stanze.

Solo con questo post 7 prenotazioni già all’attivo ed altre 10 trattative in corso:

davvero un buon risultato!

case history2

poi abbiamo proseguito con altri post non commerciali ma emozionali che mostravano i posti vicini

Facebook per gli hotel

Poi ancora contenuti informativi commerciali ecc, incrementando ulteriormente altre 8 chiusure di contratti a 400 euro di media a persona e decine di trattative in corso di cui parte andranno sicuramente a buon fine

All’attivo oggi (5 Luglio) che scrivo ci sono 15 famiglie prenotate con un valore medio di 800 euro a coppia + bambini e 20 trattative in corso

Come abbiamo raggiunto questi obbiettivi?

Creando una strategia studiata adhoc per quel tipo di hotel in stretta collaborazione con il cliente, targetizzando l’utenza ed intercettando quindi il pubblico potenzialmente interessato a soggiornare nell’hotel e zone limitrofi.

Questo non significa che questo funzionerebbe con tutti gli hotel, ogni struttura ha i suoi clienti con diverse fasce di età i suoi posti vicini e diversi motivi (esempio mare, montagna, terme ecc) E’ solo facendo un attenta analisi degli attuali e potenziali clienti che si ottengono dei risultati

La pubblicità su Facebook come tutti gli altri strumenti di web marketing è solo un amplificatore dell’attività offline, se la tua struttura è vecchia e il personale non è accogliente sarà molto veloce acquisire clienti quanto perderli, al contrario i clienti felici tornano a nella tua struttura nel tempo e la consigliano agli amici che tradotto è pubblicità gratis 😉

In conclusione

Facebook è la nuova frontiera della pubblicità per Hotel (ma non solo Facebook per hotel, si presta a moltissimi settori):

ha costi contenuti rispetto ad altre piattaforme (basti pensare a quanto potrebbe costare uno spot in tv), ed ha un potenziale di engagement elevato (se la strategia è ben strutturata, cos’ come i contenuti che si propongono),

Ad oggi qualsiasi azienda dovrebbe destinare una parte del proprio budget in questo strumento, perché la visibilità è l’anima del business.

Se le persone non sanno che esistiamo, come pretendiamo che acquistino i nostri prodotti/servizi?

Possiamo avere il miglior Hotel della Nazione, ma se non lo facciamo sapere alle persone (aggiungerei anche “con i giusti contenuti”), nessuno prenoterà una stanza.


consulenza gratuita facebook Se vuoi iniziare anche tu a far crescere il tuo business grazie a Facebook, richiedi maggiori informazioni! 


Inserisci un commento