Cosa fa la differenza in tempi di crisi?

Blog

Ecco alcuni suggerimenti di come differenziarsi dalla concorrenza.

In questo periodo alcune aziende, dando la colpa alla crisi, hanno perso sia lo spirito che la voglia di andare avanti con la propria attività. Si è vero, non stiamo attraversando uno dei periodi migliori della storia, ma mollare proprio ora, non è la soluzione ideale.

 

Perché aziende che fanno la stessa attività, hanno risultati completamente diversi?

Se fai un giro in qualsiasi città, ti renderai conto che, ci sono attività apparentemente uguali ma con fatturati completamente diversi. Prendi come esempio un ristorante sempre affollato e un altro sempre vuoto. La crisi dovrebbe essere uguale per tutti, o no?

Dando un’occhiata in giro, mi sono imbattuto su un video molto simpatico, su come anche nel piccolo, possiamo differenziarci dalla concorrenza.

Quello che vedremo può essere applicato a tutte le attività.

Guarda bene questo video e capiremo perché questa persona vende: (e credimi vende..)

Cosa fa la differenza con gli altri?

  1. Una delle prime cose che si notano è la sua simpatia, il rapporto con il suo pubblico e con le numerose battute.
  2. Mostra il vero utilizzo del prodotto in casi reali, quindi, senza leggere le istruzioni, il cliente quando acquista l’oggetto, sa già come utilizzarlo.
  3. Consiglia ricette e come fare decorazioni. Questa è una tecnica molto importante perché consente al cervello di immaginare l’utilizzo dell’oggetto nella propria cucina. Come fa IKEA quando mostra le cucine con le posate nei cassetti, i fiori sul tavolo e le credenze piene di alimenti, in modo tale che, tu viva già la tua casa.
  4. Sottolinea che, l’oggetto non è cinese, in quanto per alcune persone è fondamentale per la sicurezza, non utilizzare prodotti cinesi.
  5. Economicità del prodotto (solo 5 euro).

Ultimo punto, ma non meno importante, è la condivisione inevitabile on line di un video virale.

Questa situazione, ricorda un altro video virale, dove la BLENDTEC (nota marca di frullatori) triturò un IPHONE dimostrando a tutto il mondo la potenza e la resistenza del prodotto. Inutile ribadire l’aumento della vendite e del Brand della Compagnia.

Ti ricordi? Eccolo!

Se noti bene, ci sono le stesse caratteristiche del nostro amico di porta portese: simpatia, dimostrazione pratica, immaginazione e contenuto virale.

In questo caso, abbiamo visto come le stesse regole valgano sia per un micro imprenditore che per un grosso brand.

Spero che questi esempi ti abbiano dato qualche spunto positivo per la tua attività!

Ti è piaciuto questo articolo?  Continua a seguirci su Facebook

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi